[Guida] COBOL: ecco come utilizzare il linguaggio in Fedora

    0

Dopo la guida sul linguaggio Go, e quella su Anaconda, nella mini guida di oggi vi spiegherò in dettaglio come installare e configurare, in Fedora, gli strumenti necessari a compilare ed eseguire un programma scritto in COBOL. Linguaggio nato negli anni ‘60, è in realtà ancora molto in voga in alcuni settori, come quello finanziario e nel fintech. Il motivo? La sua stabilità ed efficienza e per gli elevati costi (e rischi!) di riprogrammazione, con linguaggi più moderni, di processi ormai consolidati nel tempo.

Dovete sapere che recentemente sono aumentate in modo esponenziale – soprattutto da parte di agenzie governative – le richieste di persone in grado di sviluppare in COBOL. Gli sviluppatori spesso preferiscono dedicarsi a linguaggi più moderni, per questo sul mercato mancano figure-chiave in grado di lavorare con vecchi sorgenti. Il COBOL è stato dichiarato morto tantissime volte ma in realtà è più vivo ceh mai. Dovete sapere che i vostri bonifici, i vostri F24, i MAV e i RAV che pagate dal frontend della vostra banca inviano poi a backend COBOL le istruzioni per elaborare il pagamento.

COBOL: come installarlo in Fedora

Se conoscete qualche linguaggio di programmazione moderno, è probabile che sia Java, Python o forse C / C ++. COBOL, acronimo di Common Business Oriented Language, è molto, molto diverso. Questo articolo non è una guida al linguaggio, quindi se volete saperne di più potete approfondire con questa guida dedicata. Voglio però solo far notare che, ad oggi, la stragrande maggioranza delle transazioni commerciali quotidiane nel mondo si basa su COBOL, quindi vale ancora la pena apprendere questo linguaggio.

cobol vim
Il linguaggio Cobol è di tipo compilato. Questo vuol dire che il programmatore sviluppa il codice sorgente del programma, poi lo compila tramite un software per creare un file eseguibile. Come compilatore, quindi, utilizzeremo GnuCOBOL, tool moderno ed open source gestito da sviluppatori volontari. Per installarlo, aprite il terminale ed eseguite il seguente comando:

sudo dnf -y install gnucobol

cobol fedora install

Fedora viene fornito con una versione minimale di Vim. Chi decide di utilizzare questo programma come editor, può installarne una versione dotata di alcune funzionalità extra come l’evidenziazione della sintassi COBOL. Per installare Vim-enhanced, che sovrascriverà Vim-minimal, l’istruzione che dovete utilizzare è:

sudo dnf -y install vim-enhanced

A questo punto, il sistema è pronto per scrivere un programma COBOL. Create quindi una cartella per memorizzare il codice sorgente e, successivamente, create un file con estensione .cbl:

mkdir ~/cobolcode
cd ~/cobolcode/
vim ciaomondo.clb

cobol fedora

Inserite, quindi, il seguente codice e salvate il file:

       IDENTIFICATION DIVISION.
       PROGRAM-ID. HELLO-WORLD.
      *simple helloworld program.
       PROCEDURE DIVISION.
           DISPLAY '##################################'.
           DISPLAY '#!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!#'.
           DISPLAY '#!!!!!!!!!!CIAO MONDO!!!!!!!!!!!!#'.
           DISPLAY '#!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!#'.
           DISPLAY '##################################'.
           STOP RUN.

Procedete, infine, a compilare il source code scritto in COBOL con l’istruzione cobc -x ciaomondo.cbl ed eseguite successivamente il programma appena compilato ./ciaomondo.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

L’articolo [Guida] COBOL: ecco come utilizzare il linguaggio in Fedora sembra essere il primo su Linux Freedom.

Clicca qui per andare alla fonte

Rispondi