[Guida] Dolt e DoltHub, il version control system per i dati

    0

Nella mini guida di oggi parliamo del funzionamento base di Dolt, il Git per la gestione dei dati in un database SQL. Questa tecnologia fornisce il version control system per le tabelle.

Dolt, fusione tra Git e MySQL

Dolt è un database SQL di cui potete creare fork, cloni, branch ed effettuare le operazioni di push e pull, proprio come se fosse un repository git. Potete connettervi a Dolt, inoltre, proprio come qualsiasi database MySQL per eseguire query o aggiornare i dati utilizzando i comandi SQL. Utilizza l’interfaccia della riga di comando per importare file CSV, eseguire il commit delle modifiche o inviarle in remoto.
dolt git sql install
Tutti i comandi che conoscete per Git, di cui potete leggere anche in questa guida (parte 1 e parte 2) qui su LFFL, funzionano esattamente allo stesso modo per Dolt. Parallelamente a GitHub c’è DoltHub. Il portale ospita i database Dolt, fornendo strumenti come hosting, autorizzazioni, interfaccia di query, il tutto progettato per facilitare la collaborazione.

Come si installa

Sui sistemi GNU/Linux aprite un terminale ed utilizzate la seguente direttiva, che andrà a scaricare l’ultimo rilascio di Dolt in /usr/local/bin:

sudo bash -c 'curl -L https://github.com/dolthub/dolt/releases/latest/download/install.sh | bash'

Al termine della procedura verificate che è andata a buon fine dando il comando dolt. Eventuali errori, molto probabilmente, potrebbero dipendere dal fatto che dovete aggiungere il percorso /user/local/bin al PATH di sistema.

dolt init
Potete adesso procedere alla configurazione di Dolt, che funziona proprio come Git:

dolt config --global --add user.email YOU@DOMAIN.COM
dolt config --global --add user.name "YOUR NAME"

Come funziona

Come vi ho più volte ripetuto nel corso di questa guida, il funzionamento di Dolt, se conoscete Git e MySQL, è semplice. Procedete a creare il repository di esempio:

mkdir state-pops
cd state-pops
dolt init

dolt git sql table

Successivamente, create una tabella di esempio e popolatela:

dolt sql -q "create table state_populations ( state varchar(14), population int, primary key (state) )"
dolt sql -q "insert into state_populations (state, population) values

Eseguite, infine, la tipica istruzione in SQL per mostrarne il contenuto:

dolt sql -q "select * from state_populations"

Se volete avere maggiori informazioni su Dolt, vi rimando alla pagina ufficiale di GitHub, a cui potete accedere tramite il seguente link.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

L’articolo [Guida] Dolt e DoltHub, il version control system per i dati sembra essere il primo su Linux Freedom.

Clicca qui per andare alla fonte

Rispondi