Microsoft al lavoro per implementare eBPF su Windows, ma sarà bene guardarsi dai bug!

    0
eBPF, acronimo di Extended Berkeley Packet Filter, è una tecnologia (basata appunto su BPF) che permette di eseguire software all’interno di una sandbox, senza bisogno di modificare il Kernel o caricare moduli aggiuntivi, tramite una compilazione just-in-time. BPF è già ampiamente utilizzato da Netflix e Facebook principalmente per analisi del traffico, packet filtering e load…
Read more

Clicca qui per andare alla fonte

Rispondi