Ufficio Zero, arriva Mantova 2.0.3 e una risposta alle critiche

    0

Oggi voglio aggiornarvi circa il progetto Made in Italy Ufficio Zero. Stiamo parlando di una distribuzione GNU/Linux che gli utenti con qualche anno sulle spalle hanno sicuramente  sentito nominare in passato. Si trattava di una live il cui sviluppo è stato abbandonato diversi anni fa. Ve ne ho parlato per la prima volta a inizio maggio 2020, di nuovo a giugno e ad ottobre con l’arrivo delle edizioni Roma, Vieste e Mantova seguite da Ufficio Zero Tropea 3.0 e Bergamo 3.0.

In questi ultimi mesi gli sviluppatori hanno lavorato alla costruzione di repository remoti a supporto delle versioni Mantova e Bergamo che adottano i pacchetti rpm per PCLinuxOS e ad una versione server (remix di debian 10 con openbox e lightdm + hestia control panel) per piccoli data center a supporto di servizi di hosting. Un’altra novità è la nuova release Mantova 2.0.3.

Ufficio Zero Linux, ecco Mantova 2.0.3

ufficio zero mantova 2.0.3

Dopo Mantova 2.0.1 gli sviluppatori hanno deciso di passare direttamente a Mantova 2.0.3 saltando la v2.0.2 per l’elevato numero di pacchetti aggiornati. Di seguito alcune novità:

  • è possibile installare vari task proposti e contenenti solo software open source
  • introdotto il tema Qogir, utilizzato anche nelle altre versioni
  • aggiornati i programmi pre-installati all’ultima versione disponibile

Importante l’introduzione di un nuovo repository remoto, quello interno è stato eliminato. Il repository remoto permette di installare patch e software di diverso tipo:

  • task-development: anjuta, geany, filezilla, meld, remmina, etc
  • task-graphic: blender, gimp, inkscape
  • task-multimedia: handbrake, lbry, obs-studio, vlc
  • task-office: calibre, latex, lyx, pdfsam, texlive
  • task-technical: sweethome3d, librecad, openscad, qcad
  • task-school: analitza, avogadro, cantor, dia, geogebra, gnuplot, kalgebra, kbruch, kig, kio, kirigami, scilab, solid, stellarium

Julian Del Vecchio, uno degli sviluppatori che segue in prima persona il progetto, ha voluto rispondere a nome del team ad alcune critiche che ancora oggi riceve Ufficio Zero.

Abbiamo letto alcune recensioni su Ufficio Zero, alcune entusiaste, altre meno. Fra quelle negative una in particolare ci ha colpito perchè ci accusava di aver spacciato per nuova una distro che propone solo alcune applicazioni in più e alcuni wallpaper di città italiane. Vero, non è per niente una nuova distro, bensì una nuova concezione di GNU/Linux. Linux, dagli albori, fa della diversificazione la sua forza. Ci sono tante distro, numerosi DE (GNOME, KDE, MATE, Cinnamon, XFCE, lxqt solo per nominarne alcuni), etc. Ufficio Zero vuole essere qualcosa di più, vuole prendere il meglio e dare un’impronta unica a tutte le sue distribuzioni, che sono tante perche si è cercato di coprire una ampia gamma di hardware, dal PC datato alPC next-gen. Tutte le distribuzioni hanno lo stesso aspetto, lo stesso parco softwaree il nostro stesso supporto. Noi non vogliamo introdurre una nuova distribuzione, noi vogliamo introdurre una nuova idea.

queste le sue parole. Per ulteriori dettagli vi rimando al sito ufficiale della distro.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

L’articolo Ufficio Zero, arriva Mantova 2.0.3 e una risposta alle critiche sembra essere il primo su Linux Freedom.

Clicca qui per andare alla fonte

Rispondi