PinePhone Manjaro Edition, via ai pre-ordini: 149,99$ per la versione base

    0

Il terzo PinePhone community edition è ufficiale da una ventina di giorni. Dopo l’edizione basata su Ubuntu Touch, lanciata ad aprile, e quella basata su postmarketOS di giugno, il sistema operativo scelto per questa nuova versione da Pine64 è Manjaro. Vi avevo già dato notizia a marzo dei grossi passi in avanti fatti da Manjaro in ambito mobile. Per chi non lo sapesse stiamo parlando di un sistema operativo basato su Arch progettato pensando alla facilità d’uso. Ma Manjaro è anche una comunità ampia e vivace di collaboratori e utenti finali, alla quale potete contribuire voi stessi.

PINE64 da poche ore ha dato il via ai pre-ordini, che vi consentono di portare a casa uno smartphone con Manjaro pre-installato e il logo stampato sul retro del device. Sono due i dispositivi in vendita: la versione Community Edition a 149.99$ e la Convergence Pack a 199.99$. Quest’ultima vede uno smartphone leggermente superiore rispetto alla Community edition con 3GB di RAM (e non 2GB), 32GB di spazio (e non 16GB) e include anche un interessante USB-C dock che trasforma lo smartphone in un mini-pc quando connesso ad un monitor. Per ogni dispositivo venduto Pine64 donerà 10$ al team di sviluppo di Manjaro.

PinePhone Manjaro Edition

manjaro community edition

Diamo uno sguardo alle specifiche tecniche. Il PinePhone Manjaro Edition presenta un display IPS HD da 5,95 pollici (risoluzione 1440 × 720 pixel) con 16 milioni di colori, il chipset è un Allwinner A64 mentre la CPU è un ARM Cortex A-53 a 64-bit operante a 1.2GHz.

Memoria RAM e storage, come accennavo prima, da 2/3 GB e 16/32GB in base alla versione scelta. La fotocamera principale è da 5 MP 1/4 “con flash LED e fotocamera selfie da 2 MP f / 2,8 1/5”. Lato connettività manca ovviamente il 5G, c’è il  supporto per LTE, Wi-Fi 802.11 b / g / n a banda singola con hotspot, Bluetooth 4.0, GPS con A-GPS e GLONASS. Presenti accelerometro, giroscopio, sensori di prossimità, luce ambientale e magnetometro (bussola). Supporto per scheda SD per estendere la memoria fino a 2 TB, una porta USB type-C per la ricarica (con uscita DisplayPort), un jack audio da 3,5 mm con microfono e una batteria Li-Po 2750-3000 mAh.

Manjaro ha offerto supporto per i dispositivi di PINE64 sin dall’inizio, con build di qualità ora disponibili per quasi tutti i SBC e dispositivi dell’azienda. Dal punto di vista software ci sono tre varianti tra cui scegliere: Lomiri, Phosh e Plasma Mobile.

Le prime spedizioni partiranno a inizio novembre e la garanzia è di soli 30 giorni.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

L’articolo PinePhone Manjaro Edition, via ai pre-ordini: 149,99$ per la versione base sembra essere il primo su Linux Freedom.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *