Ufficio Zero: aggiornamento sul progetto Linux made in Italy

    0

Ufficio Zero è un progetto completamente italiano portato avanti da SIITE SRLS, che ha acquisito lo storico dominio e mette a disposizione del team di sviluppo vari server virtuali per ospitare i servizi web, servizi mail, repository e server di condivisione ad uso del team di sviluppo. Il sistema operativo Ufficio Zero si declina in diverse edizioni, di cui vi ho già parlato qui su LFFL, ognuna delle quali creata per uno specifico scopo. L’ultimo articolo sul progetto qui sul blog risale ad inizio aprile 2021: vediamo quali sono le novità attorno a questo progetto.

Ufficio Zero: tante novità

Innanzitutto una nota di merito e una bella notizia. La nota di merito: Ufficio Zero Linux ha ottenuto l’utilizzo del trademark dal Linux Mark Institute. La bella notizia invece vede la crescita del team di sviluppo. Ci sono due new entry: Pino Leone (sviluppatore junior e creatore di pacchetti su base pclinuxos) e Paolo Zappatore (web designer e sistemista)

Attualmente Ufficio Zero Linux OS viene fornito in sei versioni:

  • Ufficio Zero Linux codename Bergamo per pc con processori a 64bit, basato su PCLinuxOS e con desktop manager Mate
  • Ufficio Zero Linux codename Tropea per pc con processori a 64bit, basato su Linux Mint 20.x e con desktop manager Mate
  • Ufficio Zero Linux codename Siena per pc con processori a 32bit, basato su LMDE4 e con desktop manager Mate
  • Ufficio Zero Linux codename Roma per pc con processori a 32bit, basato su Devuan 3 Beowulf e con desktop manager Mate
  • Ufficio Zero Linux codename Mantova per pc con processori a 64bit, basato su PCLinuxOS e con desktop manager Mate
  • Ufficio Zero Linux codename Vieste per pc con processori a 64bit, basato su Linux Mint 19.3 e con desktop manager Mate

Le versioni Bergamo e Mantova sono rolling release basate su apt e synaptic, tuttavia i pacchetti utilizzati sono in formato .rpm. Sono consigliate per utenti che hanno un po’ di dimestichezza in ambito Linux.

Le versioni Tropea, Siena e Vieste si basano su Linux Mint utilizzano sempre l’accoppiata apt/synaptic e in aggiunta un gestore di applicazioni visivo per scegliere altre applicazioni extra da installare. Sono consigliate per utenti poco esperti o che arrivano da soluzioni come Windows/macOS. La versione Tropea 3.2 utilizza ubiquity come installer per cui può anche essere utilizzata per installazioni OEM.

Tutte le release sono state recentemente aggiornate con nuove immagini .iso. In particolare le ultime versioni di Vieste, Tropea, Siena e Roma sono attualmente in sviluppo (disponibile l’alpha), presto arriveranno la beta e poi la stable release.

Tutte le .iso di Ufficio Zero Linux contengono software e kernel aggiornati, avendo i repository remoti naturalmente continueranno ad aggiornarsi come in precedenza. In particolare la versione Bergamo basata su PCLinuxOS utilizza un kernel LTS.

I repository hanno anche applicativi che non vengono pre-installati di default come il wallet crypto Exodus, adatto per sistemi a 64-bit, o Nem Wallet (per sistemi a 32bit). Nei repo sono stati recentemente integrati anche:

  • Zoom,
  • Signal-desktop,
  • Telegram-desktop,
  • Warpinator,
  • google-chrome,
  • Skype for Linux,
  • Cisco webex,
  • firma4ng (firma digitale di Infocamere) che può essere preinstallato insieme ad arubasign selezionando la categoria “ufficio” dal post-install

Grazie al post-install, che evita di dover aggiungere troppi repo di terze parti, si può scegliere di personalizzare la propria esperienza in base all’ambito di utilizzo: grafica, scuola, ufficio, ecc.

Un’altra novità vede l’eliminazione delle credenziali in fase di avvio in live-mode o per l’avvio dell’installer: questo per dare modo a chi ha problemi nel reperire le credenziali di saltare questo passaggio. Mi ricordo che diversi letto qui su LFFL avevano manifestato questo problema.

Tutte le novità, i changelog, i link per il download della versione più adatta alla vostra user experience li trovate su https://www.ufficiozero.org/

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

L’articolo Ufficio Zero: aggiornamento sul progetto Linux made in Italy sembra essere il primo su Linux Freedom.

Clicca qui per andare alla fonte

Rispondi